Skip to content

Modello Unico

Utenti AttiviUtenti › Modello Unico

Il Ministero dello Sviluppo Economico con il decreto ministeriale 19 maggio 2015 (www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/05/27/15A03977/sg) e s.m.i. ha approvato l'introduzione del "Modello Unico" per la realizzazione, la connessione e l'esercizio di piccoli impianti fotovoltaici integrati sui tetti degli edifici.

Con il decreto legislativo 199/21, entrato in vigore il 15 dicembre 2021, è stata attuata la direttiva UE 2018/2001 in materia di promozione dell'uso di energia da fonti rinnovabili e sono state approvate delle semplificazioni per l'installazione di impianti di produzione alimentati da fonti rinnovabili al servizio degli edifici. Tra le varie novità, l'articolo 25 comma 3 del decreto 199/21 ha introdotto alcune modifiche al decreto ministeriale 19 maggio 2015, prevedendo che l'utilizzo del Modello Unico venga esteso anche:

  • alle richieste di connessione di impianti fotovoltaici per i quali è richiesto il ritiro dell'energia elettrica immessa in rete da parte del GSE, ivi compreso l'accesso al regime di ritiro dedicato disciplinato dalla deliberazione ARERA n. 280/07;
  • agli impianti fotovoltaici di potenza fino a 50 kW;

Per effetto delle semplificazioni introdotte dal decreto legislativo 199/21, il Modello Unico è stato aggiornato e a partire dal 15 aprile 2022 è utilizzato per la realizzazione, la connessione e l'esercizio degli impianti fotovoltaici aventi tutte le seguenti caratteristiche:

  • realizzati presso clienti finali già dotati di punti di prelievo attivi in bassa tensione;
  • aventi potenza non superiore a quella già disponibile in prelievo;
  • aventi potenza nominale non superiore a 50 kW;
  • per i quali sia contestualmente richiesto l'accesso al servizio di Scambio sul Posto erogato dal GSE (si rammenta che il Superbonus 110% non è cumulabile con il servizio di Scambio sul Posto) o al regime di Ritiro Dedicato erogato dal GSE;
  • realizzati sui tetti degli edifici con le modalità di cui all'articolo 7-bis, comma 5, del decreto legislativo n. 28 del 2011;
  • assenza di ulteriori impianti di produzione sullo stesso punto di prelievo.

Per informazioni sul regime di immissione dell'energia, sul regime di scambio sul posto o di ritiro dedicato e sul regime di incentivazione dell'energia elettrica prodotta e consumata da fonti rinnovabili, il richiedente farà esclusivo riferimento al sito del GSE (Gestore Servizi Energetici). Eventuali variazioni anagrafiche e impiantistiche o qualsiasi successiva comunicazione relativa all'incentivazione o alla remunerazione dell'energia prodotta dagli impianti fotovoltaici rimarranno in capo al GSE. Le modalità di accesso a tali servizi verranno comunicate dopo l'attivazione dell'impianto.

La richiesta di attivazione del servizio di Scambio sul Posto (SSP) o di Ritiro Dedicato (RID) verrà effettuata da Azienda Reti Elettriche, in qualità di gestore di rete, contestualmente all'attivazione della connessione con istanza presentata mediante il Modello Unico semplificato.

Per ulteriori informazioni sui servizi di Scambio sul Posto e di Ritiro Dedicato si prega di consultare le apposite sezioni presenti sul sito del GSE:

Con la sottoscrizione del Modello Unico il produttore conferisce mandato al gestore di rete per l'attività di caricamento dell'anagrafica dell'impianto connesso con iter di Modello Unico sul portale GAUDÌ, il sistema di Gestione dell'Anagrafica Unica Degli Impianti di produzione di energia elettrica predisposto da Terna e disponibile sul suo sito internet. Una volta realizzato l'impianto sarà compito del produttore l'aggiornamento e la gestione dell'anagrafica dell'impianto sul portale GAUDÌ con le credenziali che verranno fornite per il tramite di Azienda Reti Elettriche.

La documentazione va inviata completa in ogni parte e con i relativi allegati conformi alle normative esclusivamente per via informatica all'indirizzo info@aziendareti.com o tramite PEC all'indirizzo info@pec.aziendareti.com

Modello Unico - Parte I (da inviare prima dell'inizio dei lavori)

Nel caso in cui siano necessari, ai fini della connessione, esclusivamente lavori semplici limitati all'installazione del gruppo di misura, in fase di presentazione del Modello Unico - Parte I e per le finalità di cui al comma 5 dell'articolo 3 del decreto ministeriale 19 maggio 2015, il soggetto richiedente prende visione e accetta le modalità e le condizioni contrattuali definite dal gestore di rete per la connessione e i relativi costi nel caso di lavori semplici: Modalità e condizioni tecniche e contrattuali

NB: nel Modello Unico - Parte I è necessario indicare una casella e-mail corrispondente effettivamente al richiedente che sarà comunicata anche agli altri enti di riferimento secondo quanto indicato dal D.M. 19 maggio 2015. È inoltre necessario indicare se il richiedente intende avvalersi del servizio di Scambio sul Posto o del meccanismo di Ritiro Dedicato, se la scelta ricade sul Ritiro Dedicato il produttore dovrà dichiarare se intende richiedere l'applicazione del Prezzo Orario (PO) o dei Prezzi Minimi Garantiti (PMG) e se intende o meno usufruire delle detrazioni previste per il Superbonus 110%.


Modello Unico - Parte II (da inviare alla fine dei lavori)

Una volta conclusi i lavori di realizzazione dell'impianto fotovoltaico e delle eventuali opere strettamente necessarie alla connessione, il richiedente deve inviare con le stesse modalità sopra indicate la seguente documentazione completa in ogni parte:


Non potranno essere accettati modelli compilati parzialmente o non corretti, nonché modelli privi degli allegati richiesti.